Gioco d’azzardo online nel 2019

L’anno 2019 prevede alcuni cambiamenti per l’industria del gioco d’azzardo online. Mentre negli anni passati abbiamo notato una tendenza nei regolamenti nazionali per il mercato del gioco d’azzardo online, questa tendenza è lungi dall’essere finita e continua anche nel nuovo anno con gli aggiornamenti che incidono su larga scala sul modo in cui gli operatori e gli operatori di marketing fanno affari.

Il 1 ° gennaio 2019 è entrata in vigore la normativa svedese sul gioco d’azzardo online, con una mano di grandi operatori europei che hanno ottenuto una licenza per operare in questo paese scandinavo. Sia gli operatori che i marketer devono rispettare le nuove regole in termini di servizi offerti e attività promozionali. Gli operatori sono ora costretti ad avere un massimo di una offerta di benvenuto per prodotto, e gli operatori di marketing che promuovono queste offerte devono collegarsi direttamente ai termini e alle condizioni di ogni singolo bonus.

Mentre non molti operatori sono stati autorizzati in Svezia, è più che sufficiente per continuare gli affari. Il processo di rilascio delle licenze è ancora in corso, il che significa che più operatori saranno autorizzati a fare affari qui nei prossimi mesi.

Inoltre, dall’inizio di quest’anno è entrata in vigore una legislazione italiana votata nell’estate 2018. Questa legislazione è rivolta ai professionisti del marketing e degli operatori del gioco d’azzardo online che vietano qualsiasi tipo di pubblicità per i prodotti di gioco online. Questo effetto e questa implementazione non sono ancora stati visti, poiché questa restrizione è in contrasto con i normali standard di business che consentono di commercializzare i propri prodotti / servizi, e questo alle condizioni che gli operatori con licenza italiana hanno pagato con tasse annuali elevate per essere concessi in licenza.

D’altro canto, il Regno Unito, uno dei mercati di gioco online più maturi in Europa, pienamente autorizzato e con imposte sul punto di vendita implementato, continua a far rispettare le regole pubblicitarie che hanno visto nell’anno passato alcuni operatori essere multati per non aver fatto abbastanza per proteggere i propri clienti dalla dipendenza dal gioco o dai marketer usando storie di finte vincite per promuovere il gioco d’azzardo come strategia vincente.

Bet365 è stato uno dei primi a reagire a questi cambiamenti implementando regole a livello di gruppo in termini di chi e come il loro marchio viene promosso. Per cominciare, un’immagine 18+, link verso BeGamleAware e termini e condizioni + link alla loro pagina che elenca i termini dell’offerta di benvenuto sono un must. Pertanto, chiunque promuova il bonus di bet365 dovrebbe attenersi a tali regole e implementare termini e condizioni simili a questo esempio

http://1codicepromozionale.it/

William Hill (WMH) o Ladbrokes (LAD2) sono altri grandi nomi nel mercato del gioco d’azzardo britannico che hanno dovuto subire modifiche per la conformità.

A lungo atteso è la legislazione olandese che dovrebbe entrare in vigore nel 2019. Per molti anni ha respinto qualsiasi normativa che consenta agli operatori online di offrire servizi di gioco d’azzardo nei Paesi Bassi. Il 2018 ha visto un numero crescente di operatori estrapolare e limitare l’accesso al mercato olandese in una mossa che è vista per la prossima legislazione e il regime delle licenze a venire.

La Germania, d’altra parte, vedrà la sua ultima licenza rilasciata dalla terra dello Schleswig-Holstein, scaduta nel 2019, e nessuna altra legislazione che regolamenterebbe l’industria dei giochi online. Mentre è stato avviato un trattato interstatale che consentirebbe la regolamentazione delle scommesse sportive online dal 2012, non sono state finora offerte licenze in quanto il regolamento sembrava aver violato il principio di trasparenza e non discriminazione.

L’estate del 2018 ha visto anche la legalizzazione delle scommesse sportive online nello stato del New Jersey, negli Stati Uniti. Questo ha già visto alcuni operatori che rivendicano il permesso di operare, mentre alcuni altri dovrebbero essere premiati nel 2019, come il marchio europeo Unibet.

Più a sud, in Colombia, un nuovo network di poker online dovrebbe entrare in vigore con l’inizio del 2019. Mentre all’inizio delle licenze il regolamento permetteva alle sale da poker di condividere liquidità con i mercati internazionali, nel 2018 è stato cambiato rete chiusa dove possono giocare solo i giocatori colombiani.